Tramonto al parco

 

Iscriviti alla Newsletter attraverso il modulo qui a destra e scarica GRATIS

nella tua email l’anteprima del libro La città senza uscita

 

 

Il sole va a morire oltre l’orizzonte e regala le ultime cromature al cielo, prima che cali la sera.

I resti degli acquedotti si stagliano alla vista, maestosi. Davanti ai ruderi, un ragazzo e una ragazza hanno sistemato il cavalletto di una macchina fotografica e attendono l’attimo in cui il crepuscolo si distenderà sopra il lussureggiare della vegetazione. È questo concetto, il tempo, che qui sembra fermarsi. Non c’è passato, né futuro, solo il presente.

In lontananza, sulla collina, scorgo le prime luminarie nei paesotti dei Castelli Romani.

La scia di un aereo, diretto chissà dove, sfuma tra le nuvole rossastre. Proprio davanti alla mia linea ottica, posso intravedere la ferrovia, dove un treno sfreccia velocemente emettendo un sibilo sottile. Da qui sembra un modello elettrico in miniatura. Dopo la radura, la luce si attenua e si percepisce il traffico serale dell’ora di punta: c’è, ma non ti raggiunge al riparo di questi sentieri.

Avevo proprio bisogno di venire al parco e sentire l’odore dell’erba e della terra appena bagnate dall’umidità. Un vecchio è seduto su una panchina con il cane accucciato ai suoi piedi. Sui rami di un leccio si posano dei pappagalli gialli e verdi. M’incammino seguendo un viottolo che si snoda a fianco di un piccolo ruscello. Lo scorrere dell’acqua lungo il letto del fiumiciattolo è distensivo, una pace che rigenera i sensi.

Ti affanni nel cercare la poesia, la riflessione, qualcosa che ti sollevi, insomma, dal vivere incessante, dalle questioni sociali e dalle cronache. E giungi in questo posto, che in fondo è simile a tanti altri posti, dove la poesia c’è senza bisogno alcuno di alterarla. Dove tutto segue un ordine consueto e tu devi solo nutrirti di queste regole naturali. Sembra quasi un mare d’erba…

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti riceverai ulteriori risorse e notizie da Enrico Mattioli e potrai cancellare la tua registrazione in ogni momento. Vedi Privacy e Cookie Policy

Lascia un commento da Facebook