Lettere dal Johnny’s pub – Cita

arrow

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione

Possiedo molte cose, ma sono tutte immaginarie. Se la città è una giungla, questo pub è un’oasi. In fondo, noi tutti siamo animali domestici. Domestici perché? Ci siamo soltanto adattati al luogo in cui ci trovavamo, se fossimo vissuti realmente in una giungla, ci saremmo abituati ai riti tribali. E ai tempi della giungla.

Il rock and roll è il suono della giungla, ma rispecchia molto anche una grande città. La metropoli e la giungla sono diverse e uguali, il rock ne cattura l’anima. Se Tarzan avesse abitato in città, sarebbe stato il front man di un gruppo rock con i suoi urli selvaggi.

 

- Ciao amico.

- Mi dispiace: le scimmie non possono stare in questo posto.

- Ti sembro una scimmia?

- Beh, sì…

- No, amico, io sono il padre del rock and roll…

- Oh… lo sai quante scimmie credono di essere il padre del rock and roll?

- Io “non credo di essere”, io “sono” il padre…

- Oh, ma certo… beh, cosa posso fare per te?

- Voglio una birra…

- Non posso darti una birra…

- E perché?

- Le scimmie non bevono birra…

- E tu chi credi di essere per decidere quello che bevono gli altri?

- Io sono Johnny B. Boogie e gestisco questo posto.

- Johnny B. Boogie… bel suono rock and roll, bravo!

- Grazie.

- Ascolta, B. Boogie: chi è che ha insegnato la danza a Mick Jagger?

- Non dirmi che sei stato tu…

- Oh yeah!

- Beh, Jagger, in effetti, balla proprio come una scimmia!

- Sicuro. Eh, ma non credere che sia facile…

- Cosa: insegnare la danza a Mick Jagger?

- No… ballare come una scimmia!

- Tu dici?

- Beh, Jagger è davvero bravo…

- Sì, se la cava…

- Sei mai stato nella giungla, B. Boogie?

- Beh, io… no, non capisco molto di giungla… l’unica giungla che ho visto è quella di Tarzan…

- Già, Tarzan… non farmi parlare…

- Ok.

- No, ma a te posso dirlo…

- Cosa?

- No, meglio di no!

- Come vuoi…

- In realtà, voglio confidarti...

- Sentiamo…

- Jane…

- E allora?

- Io e lei, insomma… hai capito, no?

- Oh, questa poi…

- È la verità…

- Mah...

- Ti dico di sì! Lei non ne aveva mai abbastanza… alla fine, ho dovuto dire basta…

- Davvero?

- Sì, e poi…

- E poi?

- Io ero veramente amico di Tarzan…

- Già, tanto amico da approfittarti della sua donna…

- Beh, cosa vuoi, quando scoppia, la passione diventa un sentimento incontenibile!

- Certo.

- Inoltre, dalla televisione si cominciava a percepire la tresca, così il pubblico, quando lui si lanciava dalle liane per andare nella giungla lasciandoci soli, cominciava a ridacchiare…

- Sul serio?

- Ti dico di sì: non dirmi che non lo hai mai notato!

- Ora che me lo racconti, sì, credo che la tresca si percepisse…

- Ma certo che si percepiva…

- Eh, che vuoi farci? È la vita…

- Hey, B. Boogie…

- Che c’è?

- Me la offri una birra?

- Perché dovrei offrirti una birra?

- Siamo amici, io potrei… offrirti protezione… sai, a volte accadono cose spiacevoli, quando uno è senza protezione…

- Mi stai velatamente minacciando?

- No… nessuna minaccia… sto solo mettendoti in guardia, B. Boogie…

- Oh, grazie…

- E come stai messo con i permessi?

- Quali permessi?

- I permessi per il locale…

- Tutto a posto, nessun problema.

- Io… vorrei proporti un affare.

- Che affare?

- Ti piacerebbe diventare rivenditore esclusivo di un nuovo prodotto?

- Che prodotto?

- Erba medica.

- Cosa?

- È una pianta che cresce dalle mie parti…

- Tu vorresti vendere quella roba nel mio pub? Finirei nei guai prima di subito!

- No. Devi solo usare un’accortezza: niente nomi. Nessuna Maria o Marianna, ma erba medica.

- Tu sei pazzo…

- È tutto perfettamente legale… si tratta di una pianta privata delle sue proprietà allucinogene che offre solo un effetto rilassante…

- Davvero?

- Ti dico di sì, è come una tisana, soltanto che invece di bere, la fumi.

- Beh, se mi assicuri che è legale…

- Ma certo, amico, ho un piccolo assaggio con me… prova…

- Sì, dopotutto, anche i gatti usano l’erba gatta, no?

- Sì, amico, nessun problema, mi ringrazierai, vedrai…

 

I POST DAL JOHNNY’S PUB

  1. Presentazione
  2. Pete Townshend
  3. Keith Richards
  4. John Lee Hooker
  5. Janis Joplin
  6. Chuck Berry
  7. Patti Smith
  8. Syd Barret
  9. Debbie Harry
  10. Cita
  11. Mick Jagger
  12. Keith Richards, John Belushi, James Brown
  13. Stuart Sutcliffe
  14. Keith Richards 2
  15. Il Sergente Pepper
  16. Il chitarrista diabetico
  17. Bob Marley
  18. A Johnny B. Cool non piacciono i Queen
  19. Il chitarrista irascibile

I MIEI LIBRI su GOOGLE PLAY


Scrivo, ma mi definisco una voce e non uno scrittoreQuello che faccio è lanciare messaggi attraverso testi e immagini. Dal conflitto tra i personaggi e l’ambiente intorno, attingo le mie trame. Raccontare le stonature è quanto mi propongo di fare con i miei libri.