Lady Poffin – Famiglia

 

 

 Avvisiamo la gentile clientela 

 

– Che bel pancione, mia cara e bella tesora…

– Sono al settimo mese!

– È il primo?

– Sì!

– No, vabbè, io ne ho già quattro…

– Accidenti!

– Eh…

– Che coraggio!

– Come lo chiamerai il tuo?

– È una femmina. La chiamiamo Atena come la dea della sapienza…

– È bello scegliere il nome perché è vero che è una profezia…

– Speriamo…

– No, ma è così, fidati.

– I tuoi come si chiamano?

– Allora, il primo ha nove anni e si chiama Ronaldo, ovviamente farà il calciatore in serie A ma ci piacerebbe anche in Inghilterra. Il secondo ha sette anni e si chiama Elvis perché mio marito è un fan e quindi, il piccolo lavorerà nel mondo della musica. La terza è una femmina, ha quattro anni e si chiama Angelina perché voglio che lavori nel cinema.

– E l’ultimo?

– L’ultimo in realtà è un’altra femminuccia e l’abbiamo chiamata Madonna.

– Ah, un’altra cantante…

– No, come la madre di Dio.

– Oh, non oso pensare quale futuro…

– Io e mio marito abbiamo pensato che la fede è importante.

– Ma certo che è importante…

– Sì, proprio così.

– Il mondo è pieno di insidie, pericoli…

– Eh, ma che scherzi?

– Tutti questi fatti che si sentono…

– Un occhio di riguardo non è mai abbastanza per un nucleo numeroso…

– Hai proprio una bella famiglia!

– Ti ringrazio. La famiglia è un dono…

– Pensate di fermarvi o…

– Chi lo sa? È già un anno che lavoro, dopo il ritorno dall’ultima maternità…

– Beh… tu con quattro figli, tre anni minimo di aspettativa per ognuno…

– Ma certo, io prendo tutto quel che mi spetta, altrimenti, chi me lo fa fare?

– Fai bene, guarda…

– Eh, ne deve valere la pena!

– Hai proprio ragione!

– Se il gioco vale la candela, sennò, ciaone proprio…

– Allora ciao bellissima, ci vediamo…

– Arrivederci tesora, in bocca al lupissimo…

 

SOMMARIO DI SUPERCASSIERI

 

 

I MIEI EBOOK SU IBS LIBRI


Scrivo, ma mi definisco una voce e non uno scrittoreQuello che faccio è lanciare messaggi attraverso testi e immagini. Dal conflitto tra i personaggi e l’ambiente intorno, attingo le mie trame. Raccontare le stonature è quanto mi propongo di fare con i miei libri.



Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti riceverai ulteriori risorse e notizie da Enrico Mattioli e potrai cancellare la tua registrazione in ogni momento. Vedi Privacy e Cookie Policy