Lady Poffin – Condizioni

 

Iscriviti alla Newsletter attraverso il modulo qui a destra e scarica GRATIS

nella tua email l’anteprima del libro La città senza uscita

 Avvisiamo la gentile clientela 

 

 

Lady Poffin: – La ragazza con il cappotto rosso è pregata di passare avanti.

Cliente uomo: – E perché la signorina passa avanti?

LP: – E perché e perché e perché… perché sì! Io gestisco la fila e so quello che va fatto.

Cliente successiva: – Ha ragione il signore, però. Allora è inutile che ci mettiamo in coda.

LP: – Ah, questa sarebbe la solidarietà femminile? Capisco le lagne di quello lì, perché è uomo, ma le sue no, signora mia cara e bella…

Cliente successiva: – Solidarietà femminile di che? Qui andiamo tutti di fretta.

LP: – Ma non lo vede in che stato è la ragazza? Hey, vieni avanti, non ti nascondere. Guardatela: le persone in stato interessante, uomini o donne che siano, passano avanti. Questa è la regola in un paese civile. Chiaro?

Ragazza col cappotto rosso: – Grazie, ma veramente, io… sono soltanto un po’ sovrappeso.

LP: – Ah… solo un po’? Vabbè, ma sei sicura di non essere incinta? Hai uno sguardo che… no, perché io ho quattro figli, so quello che dico.

Ragazza col cappotto rosso: – No, le ripeto che sono solo… robusta. E poi, io… sono sicura, signora.

LP: – E come fai a esserne certa? Tu sei un pò presuntuosa, ragazza mia cara e bella…

Ragazza col cappotto rosso: – Io non posso avere figli, signora. Glielo assicuro…

LP: – Bah! Vabbè, allora aspetta il tuo turno: fate tornare in coda la ragazza obesa! Comunque, secondo me tu potresti essere incinta, bella. Fatti fare le carte, non perdere tempo. La collega Lola, quella della cassa in fondo, è tanto brava…

Cliente successiva: – Bella figura, complimenti, signora.

LP: – Obesa o incinta, fertile o sterile, sempre una condizione è. Non faccia tanto la sarcastica, signora mia cara e bella…

 

SOMMARIO DI SUPERCASSIERI

 


 

I MIEI LIBRI SU MONDADORI.IT


Cos’è un libro?


Un libro deve frugare nelle ferite, anzi deve allargarle. Un libro deve essere un pericolo. A cosa serviranno mai i libri? A imparare? No di certo, per imparare basta andare a scuola. No; io credo che un libro debba essere davvero una ferita, che debba cambiare in qualche modo la vita del lettore. 


Emil Cioran 




 

Iscriviti alla Newsletter

Iscrivendoti riceverai ulteriori risorse e notizie da Enrico Mattioli e potrai cancellare la tua registrazione in ogni momento. Vedi Privacy e Cookie Policy

Lascia un commento da Facebook