Imagine, John Lennon

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Il brano più equivocato nella storia della musica Questo, oggi, è il concetto di Imagine, la composizione più celebre di John Lennon, registrata nel 1971, inserita nell’album Imagine, prodotto da Phil Spector. Una melodia troppo usata, abusata, ridotta a una canzoncina buonista adatta a ogni…

Continua a leggere →

Come diventare un vero alieno

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Domenica, strade libere e ciclisti padroni dell’asfalto. Sembra che manchi il traffico delle automobili, dei fumi, del caos. Questa è dipendenza inconscia, come quando è festa. Esci, i negozi sono chiusi e ti senti a disagio perché hai fatto l’abitudine alle aperture libere e…

Continua a leggere →

Campionato mondiale 2018: alla riscoperta del tifo

Dalla Russia con ardore Forza azzurri, ci vediamo in Qatar!   In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Scrivo l’articolo mentre inizia l’incontro tra Svezia e Svizzera. Terminerà con il passaggio degli svedesi, quelli che hanno eliminato gli azzurri, ai quarti. È singolare questo Campionato mondiale in Russia. L’Italia aveva mancato la…

Continua a leggere →

Droni alla guerra

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Droni alla guerra, non è il titolo di un film. Tempo fa guardavo distrattamente Jurassic World. Mi colpiva la figura del responsabile sicurezza della InGen, l’azienda fondatrice del parco a tema. Costui insiste con l’addestratore che quattro esemplari di dinosauro siano addestrati per fini bellici: – Usare quelle bestiacce in…

Continua a leggere →

Il semaforo

  Una vecchia trasmissione, Domenica Dee Jay, erano le Audiostorie, una collaborazione con Radio Dee Jay. Un mio breve racconto in onda. Anno 2007       In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione     –      Scusi? –      Chi è? –      Posso farle delle domande?…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub – Il Sergente Pepper

    In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Sono tutte immaginarie le cose che possiedo, ma oggi non ne afferro nemmeno una. È proprio come quando si guasta la frizione della moto e non puoi cambiare le marcie. Una giornata di noia, io sono seduto davanti alla televisione e continuo a cambiare…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub – Keith Richards

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Possiedo molte cose, ma sono immaginarie, tranne la musica. Ogni azione della mia giornata è suggestionata dal rock and roll, perfino dipingere le pareti di una cucina, poi c’è la birra a lenire i colpi bassi e alzare il volume del morale. È passato…

Continua a leggere →

Il tempo inutile

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione     In ogni attività, si taglia ciò che non produce un guadagno. D’accordo, siamo esseri umani (quasi…) e non aziende (chissà…), ma avete considerato il tempo dedicato alle cose inutili? Gran parte dei nostri pensieri – negativi, ma non solo – sono soltanto immagini…

Continua a leggere →

Connessi o non connessi

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Non voglio essere connessa con niente che non sia me stessa, dice una signora piuttosto lucida prima della lezione di yoga, riferendosi all’uso smodato di apparecchi, di software e di applicazioni varie. Non siamo noi a usare “la macchina”, viviamo in sua funzione. La…

Continua a leggere →

La rivoluzione che non c’è – capitolo sei

      Certificazione di deposito – CC BY-NC-ND   Gennaio. È la vigilia della befana. Il molare torna in eruzione e sputa colate di pus tra le mie gengive. Un dissesto orale, la guancia sinistra si dilata e la mia identità subisce un contraccolpo. Salgo in macchina e corro per scappare dal dentologo. Sono…

Continua a leggere →