Libro o ebook? Questo non è il problema

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Referendum Tutto sommato, io proporrei un referendum. Chi scrive, chi deve vendere un’opera, a mio modesto avviso, non dovrebbe nemmeno porsi la domanda. Va bene qualsiasi formato, anche la pietra o l’intonaco. In tempo di guerra, ogni buco è trincea e il libro è…

Continua a leggere →

Scrittori senza notorietà

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Ho capito che uno scrittore doveva scrivere poco e niente, solo dopo aver scritto troppo. Scrivere è una condizione dello spirito e a volte anche dell’alcol: ci sono dosi sufficienti di poesia nel vino o nella birra e non bisogna giocare a essere Bukowski…

Continua a leggere →

La lettura insegna

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione LA PRIMA COSA CHE LA LETTURA INSEGNA È COME STARE DA SOLI Un aforisma di Jonathan Franzen. La correlazione tra lettura e solitudine, però, merita di essere chiarita al fine di superare un equivoco: si legge poco per non rischiare l’emarginazione. E poi, che cosa…

Continua a leggere →

Alla vita così com’è

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Ognuno conduce una battaglia sacrosanta per il proprio stato sociale. Chiunque, marca il terreno per proteggerlo dalla causa altrui che, se assecondata, minerebbe quel territorio inviolabile. Non mi riferisco a questioni internazionali o di politica ordinaria. Io mi rivolgo alla vita, così com’è.…

Continua a leggere →

La letteratura nella vita di tutti i giorni

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Non c’è aspetto dell’esistenza che la letteratura non abbia già trattato. Si può vivere in modo frenetico condensando ogni esperienza, ma non risolvere le questioni legate alla cognizione. Eppure, basta aprire un libro, non importa quale, e prendere atto del tempo che passa (a…

Continua a leggere →

Facebook sta morendo

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Facebook sta morendo. Non mi riferisco a questioni numeriche che presumo floride – anzi, recenti indagini operate da esperti del settore lo confermano perché FB detiene il 77 per cento del traffico delle reti sociali, insieme alle consorelle Messenger, WhatsApp e Instagram. Il colosso di…

Continua a leggere →

E così, vorresti fare lo scrittore?

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   L’arte nella vita dell’uomo ha una funzione fondamentale, che sia elemento di evasione o di cultura, rappresenta un occhio sul passato, sul presente e sul futuro. L’espressione creativa aiuta a comprendere l’esistenza il cui senso spesso sfugge. Qualche anno fa, scrissi un post…

Continua a leggere →

Il ventre di Parigi

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Il ventre di Parigi di Emile Zola, ha rappresentato per me un momento di lettura tra i più appaganti, cominciato e terminato a Villa Lazzaroni, sulla Via Appia a Roma. Mi ero completamente annullato e da una panchina del parco vivevo l’incantesimo di…

Continua a leggere →

Avrei voluto scrivere Ex cathedra

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Doveva essere solo l’appendice a una mia inutile biografia, poi ho preferito raccontare. Quelli come me, stilano profili non perché glielo chiede l’editore o il critico, ma per ricucire i fili di un percorso anonimo e per quell’egocentrismo che presuppone il pubblico interesse di…

Continua a leggere →

Uno scrittore

    In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Lo scrittore stesso, a domanda specifica, spiega con molta difficoltà chi è uno scrittore. Questo perché è un profilo indefinibile. Nella realtà non esiste. È il primo a essere posseduto dalla storia che racconta. Già, è solo uno dei tanti posseduti dalle…

Continua a leggere →