Robot

      Tempo fa guardavo in tv il programma Presa diretta di Riccardo Iacona. L’inchiesta era Il Pianeta dei robot. Non si trattava del futuro, ma del presente. Robot già operanti in aziende come Amazon, ma anche negli ospedali, negli uffici, nelle imprese alimentari, in qualche supermercato. Ricoprono qualsiasi ruolo: conducenti, avvocati, giornalisti, operai,…

Continua a leggere →

Piombo sull’editoria

  L’altra mattina mi giungeva una mail pubblicitaria di una nota catena di librerie che evidentemente, a causa di precedenti acquisti di ebook, tiene il mio indirizzo. M’informano delle loro offerte: 30% su 9.000 libri, addirittura il 40% se ne acquisto 3. Questo tipo pubblicità – che non è l’unica – non è differente dai…

Continua a leggere →

Il libro è morto

    Marco Cubeddu in un post su ilGiornale, parlava di presentazioni come farsa. Diceva che per sostenere a proprie spese un viaggio allo scopo di presentare il proprio lavoro, evento cui senza la presenza di amici e parenti si va incontro a una toppa clamorosa, bisogna esseri ricchi di famiglia. E anche che bisogna essere degli inguaribili…

Continua a leggere →

L’operaia

    Aveva sogni che diventarono rimpianti. A volte, soprattutto in certi giorni, le ritornano in mente. La vita, questa bastarda, le ha imposto un percorso diverso e s’è dovuta adattare. Si occupa di un’attività che non ama e deve tirare avanti. Eppure, c’è un momento, in ogni sua giornata, in cui il suo animo…

Continua a leggere →

2 giugno, Festa della Repubblica

  Scrivere che la nostra Repubblica è stata concepita nel sospetto profondo, non è una forzatura. Questa è una cronaca fiabesca e un po’ ridanciana del 2 giugno 1946, giorno del referendum tra Monarchia e Repubblica, divenuto Festa della Repubblica Italiana. 2 giugno Quel giorno accade un fatto strano. Spariscono dei voti, ma non sono…

Continua a leggere →

Il clima e i confini

      La questione ambientale unisce gli interessi di tutti i popoli, di là delle alleanze internazionali, delle fedi religiose e delle posizioni politiche interne a uno Stato. Ridurre il dibattito alle polemiche su Greta Thunberg (che in questo periodo catalizza le discussioni inerenti al clima), fino a mortificarla e facendone il simbolo di…

Continua a leggere →

Perché praticare la meditazione

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Avete presente quelle persone che hanno come argomento preferito, soggetti dei quali credono di conoscere vita, miracoli, pensieri reconditi? In realtà, nessuno, può conoscerne gli stati d’animo altrui. Spesso, se non sempre, si spettegola sul prossimo per evitare di occuparsi dei propri problemi. Meditazione significa…

Continua a leggere →

Il tempo non esiste

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   In un vecchio film tra pellerossa e visi pallidi, un uomo bianco chiedeva all’indiano da quanto tempo era passata una carovana. L’altro non capiva la domanda, non comprendeva, cioè, il concetto di tempo. Alla fine, i due trovano un accordo sul termine: per…

Continua a leggere →

Centro commerciale e aperture festive

        In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   “Un settore è lo specchio di un sistema e quando mi guardo intorno, vedo solo settori in crisi”. Gabbie   Introduzione Ci risiamo. In Italia è scoppiata l’ennesima disputa. È il turno delle chiusure domenicali degli esercizi commerciali e l’introduzione…

Continua a leggere →

Il tempo inutile

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione     In ogni attività, si taglia ciò che non produce un guadagno. D’accordo, siamo esseri umani (quasi…) e non aziende (chissà…), ma avete considerato il tempo dedicato alle cose inutili? Gran parte dei nostri pensieri – negativi, ma non solo – sono soltanto immagini…

Continua a leggere →

Page 1 of 2