Category Archives: Satira e metafisica

Satira e metafisica – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Satira e metafisica – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Le nuvole – Vecchio Freak

Le nuvole   Invecchiare è divertente perché ti liberi dalle zavorre e non ti preoccupa il pericolo di sparare cazzate. Le tue parole formano concetti che non appartengono più a nessuno: non hai un progetto di vita, inteso nel senso borghese del termine; non hai ambizioni particolari, se non di vivere gli attimi sperando che…

Continua a leggere →

Charles Darwin tra evoluzione e involuzione della specie

    Osservare la gente è il più grande spettacolo del mondo. Nei raggi delle nostre cerchie, troviamo rapporti formali, amichevoli, parentali, affettivi e professionali. Tra questi qualcuno s’è conservato, qualcun altro s’è perso di vista; altri si sono sviluppati, altri ancora rovinati. Tutti, indistintamente, costituiscono il bagaglio della nostra esperienza. Abbiamo visto queste persone…

Continua a leggere →

Deus ex machina – Il singolare caso dell’immagine di Dio

    Dio mantiene la sostanza di quello che profetizza, ma delude molto spesso il nostro immaginario, poiché una cosa è un Dio inventato dal nostro bisogno psicologico, una cosa invece è il Dio reale. Luigi Maria Epicoco Deus ex machina Caldo boia. Argomento scottante. Due premesse esplosive. TV in sottofondo. Un cantante, di quelli…

Continua a leggere →

Lo scemo del villaggio – La felicità è una scelta

    E’ il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante. Non si vede bene che col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi. Antoine de Saint-Exupéry – Il piccolo Principe Spesso, associamo alla felicità l’assenza di preoccupazioni, di responsabilità, e anche una particolare deficienza: come…

Continua a leggere →

A mi padre

  padre E come sempre, ner momento de la festa, padre un velo de tristezza s’accolla su la faccia. È quer sentimento che conosce bene chi ha già visto qualcuno andare via e se ricorda de com’era in compagnia. Adesso poi è ancora più diverso, co questa anomalia, giri ner deserto de le strade: padre…

Continua a leggere →

Tramonto al parco

      Il sole va a morire oltre l’orizzonte e regala le ultime cromature al cielo, prima che cali la sera. I resti degli acquedotti si stagliano alla vista, maestosi. Davanti ai ruderi, un ragazzo e una ragazza hanno sistemato il cavalletto di una macchina fotografica e attendono l’attimo in cui il crepuscolo si…

Continua a leggere →

Come esportare la Terra Promessa

    AMERICA LATINA E AFRICA Anni fa leggevo il libro di Gianni Minà, Continente desaparecidos. Nel testo si affrontava il tema della miseria e delle guerre nel mondo: se due format economici tali a comunismo e socialismo hanno fallito, possiamo affermare che il capitalismo abbia trionfato? La carestia è ancora una costante in troppi…

Continua a leggere →

Il goniometro – Tutto è relativo

    Sappiate avere torto, il mondo è pieno di gente che ha ragione. È per questo che marcisce. Louis-Ferdinand Céline Io la chiamo teoria del goniometro. E’ lo strumento che serve per la misurazione degli angoli, ma anche per pesare la verità assoluta, quella considerazione che molti pensano di possedere. In cosa consiste? Si pone…

Continua a leggere →

Scherzi della mente

    Come diventare pazzi nel giro di poco tempo La mente, già, un inquilino moroso nella testa. Non ha mai pagato la pigione e dalla sua condizione d’insolvenza, comanda, dispone, impone la sua legge. Spazia a suo arbitrio, proponendo vecchie hit del periodo dell’adolescenza. La nenia diventa un tormento, poi sparisce, ma ritorna. Bivacca per…

Continua a leggere →

Karl Marx tra consumismo e meditazione

Karl Marx In Caro cliente, scrivo che il compagno Terapia, passando al setaccio l’analisi della società capitalista operata da Marx, ripete il concetto per cui i rapporti tra le persone sono mediati attraverso le merci, quindi non autentici. Ad ascoltarlo c’è l’imperturbabile cassiere Vacca, che della differenza tra valore e prezzo di una merce se…

Continua a leggere →

Page 2 of 3

Enrico Mattioli