Category Archives: Pubblicazioni promo e storie

Pubblicazioni promo e storie

Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Pubblicazioni – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

I qualunquisti – capitolo otto

    I qualunquisti     1987 – Veglione di capodanno al Big Box. Tenevo in mano una birra messicana – schifosamente leggera – e me ne stavo a guardare la gente ballare. Una biondina, con i capelli corti un po’ più su della nuca, ballava con un ragazzetto. Lui era un tronco che poteva…

Continua a leggere →

I qualunquisti

      Perché leggere questo libro?   I qualunquisti, è un romanzo breve che inizia dagli anni della contestazione e del terrorismo, per giungere fino ai primi anni del nuovo millennio. La vicenda vede protagonisti un gruppo di ragazzi della medio borghesia italiana che, attraversato dalle varie fasi storiche, reagisce con rassegnazione, indifferenza, cinismo.…

Continua a leggere →

Lettere – capitolo terzo

    Lettere   Accendo un’altra cicca. È stimato che la marca di sigarette più venduta al mondo uccida settantacinquemila americani in un anno.  Continuo a spippettare imperterrito: non sono certo americano, io! Lavo i piatti. Preferisco farlo subito. È una delle cose più schifose prendere i piatti in cui hai mangiato e guardare tutti…

Continua a leggere →

Lettere

        Lettere: perché leggere questo libro?   Siamo prigionieri di noi stessi, la nostra identità si è stratificata durante gli anni, inconsciamente, per mezzo della scuola, della famiglia, del contesto sociale, geografico, politico, culturale. Ciò, è indubbio che rappresenti le nostre radici, eppure il mondo va avanti mentre la nostra immagine diventa…

Continua a leggere →

Caro cliente – capitolo quarto

      Perché leggere questo libro?   È una proposta di riflessione su se stessi. L’identità personale si confonde nell’identità collettiva. Confondere è il termine corretto. Definire i limiti d’inizio e fine dell’una e dell’altra non è facile, ma si tratta comunque d’identità suggestionate: quella collettiva dai leaders, quella personale dai simboli. Ambedue sono strutturate…

Continua a leggere →

Ho bisogno di comprare – capitolo cinque

    Ho bisogno di comprare È il giorno del ritorno. Mi alzo dal letto e mi preparo. In realtà non ho riposato bene e l’inquietudine mi accompagna. Sono a disagio, dopo uno strappo faccio fatica a riportare una situazione alla condizione originale. Esco e mi affretto verso la macchina. Arrivo nei pressi del corridoio…

Continua a leggere →

Ho bisogno di comprare

        Perché leggere questo libro?   Una persona che finisce il suo turno, è stanca e ha bisogno di staccare la spina. Leggere un libro sull’attività che ha appena lasciato può essere fastidioso. Le circostanze hanno portato quel lavoratore lontano dalla sua reale natura. I ritmi della sua vita sono scanditi dagli…

Continua a leggere →

Quel piccolo teatro stabile

Quel piccolo teatro stabile   Quel piccolo teatro stabile di Riccardo Nola Riccardo Nola è il protagonista del libro Stelle dello spettacolo. Mi piace dedicare ai miei personaggi un’appendice, per non lasciarli assopire tra le pagine di un testo. Sono delle dilatazioni, raccontano storie brevi che dal libro continuano e vanno a perdersi nel web.…

Continua a leggere →

Buona fortuna Nick La Puzza!

Buona fortuna   Una settimana a Natale. Pausa pranzo, toast e succo al bar, sigaretta. Davanti alla libreria della catena Feltrinelli, c’è un tizio che arringa la folla delirando al microfono. In realtà la folla è gente che cammina frettolosamente perché sta piovigginando, sosta davanti alle vetrine, indecisa sui regali e non ama essere disturbata.…

Continua a leggere →

Carnevale

      Pomeriggio d’inizio febbraio. Sembra già primavera. Il cielo è limpido, l’aria leggera. Il cortile è pervaso dall’atmosfera di quiete che filtra dalle stanze della biblioteca scolastica. Due maestre stanno preparando i tavoli con le bibite e i vassoi di frappe. Tutto è pulito e in ordine, ma tra poco sarà una tempesta…

Continua a leggere →

Page 2 of 3

Enrico Mattioli