Category Archives: Articoli in italiano

Articoli in italiano

Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Articoli in italiano – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Lettere

        Lettere: perché leggere questo libro?   Siamo prigionieri di noi stessi, la nostra identità si è stratificata durante gli anni, inconsciamente, per mezzo della scuola, della famiglia, del contesto sociale, geografico, politico, culturale. Ciò, è indubbio che rappresenti le nostre radici, eppure il mondo va avanti mentre la nostra immagine diventa…

Continua a leggere →

Caro cliente – capitolo quarto

      Perché leggere questo libro?   È una proposta di riflessione su se stessi. L’identità personale si confonde nell’identità collettiva. Confondere è il termine corretto. Definire i limiti d’inizio e fine dell’una e dell’altra non è facile, ma si tratta comunque d’identità suggestionate: quella collettiva dai leaders, quella personale dai simboli. Ambedue sono strutturate…

Continua a leggere →

Ho bisogno di comprare – capitolo cinque

    Ho bisogno di comprare È il giorno del ritorno. Mi alzo dal letto e mi preparo. In realtà non ho riposato bene e l’inquietudine mi accompagna. Sono a disagio, dopo uno strappo faccio fatica a riportare una situazione alla condizione originale. Esco e mi affretto verso la macchina. Arrivo nei pressi del corridoio…

Continua a leggere →

Ho bisogno di comprare

        Perché leggere questo libro?   Una persona che finisce il suo turno, è stanca e ha bisogno di staccare la spina. Leggere un libro sull’attività che ha appena lasciato può essere fastidioso. Le circostanze hanno portato quel lavoratore lontano dalla sua reale natura. I ritmi della sua vita sono scanditi dagli…

Continua a leggere →

Luna Park

      Ne I qualunquisti, c’è un passaggio in cui faccio riferimento al Luna Park: chi c’era mai stato, prima? – Chiedo. In effetti, io ho avuto bisogno del parco giochi fino ai venticinque anni e oltre. Non smisi mai di andare, smisi soltanto di raccontare in giro che ci tornavo. Era un viaggio…

Continua a leggere →

Roma, storia, cinema, schiavitù

    … ero reduce dalla scorpacciata in un ristorante e, mea culpa, complice una settimana molto stressante, non ricordavo questa ricorrenza. Gli astanti sembravano formali e compiti, leggermente contrariati per la pioggerella fuori programma, ma comunque, seriosi e, beh, satolli. Un chiacchiericcio in sottofondo permeava la sala. Ognuno che aspettava il dolce, il caffè…

Continua a leggere →

Facebook, la grande fuga

    Il web è un mare dove tutti possono nuotare. E’ importante far chiarezza su un punto che dovrebbe essere scontato: la rete è un caledoiscopio di informazioni accessibili a tutti e con i social è diventata (la rete) un aggregatore dove ognuno esprime (o spaccia) il proprio punto di vista per informazione, generando…

Continua a leggere →

Karl Marx tra consumismo e meditazione

Karl Marx In Caro cliente, scrivo che il compagno Terapia, passando al setaccio l’analisi della società capitalista operata da Marx, ripete il concetto per cui i rapporti tra le persone sono mediati attraverso le merci, quindi non autentici. Ad ascoltarlo c’è l’imperturbabile cassiere Vacca, che della differenza tra valore e prezzo di una merce se…

Continua a leggere →

Quel piccolo teatro stabile

Quel piccolo teatro stabile   Quel piccolo teatro stabile di Riccardo Nola Riccardo Nola è il protagonista del libro Stelle dello spettacolo. Mi piace dedicare ai miei personaggi un’appendice, per non lasciarli assopire tra le pagine di un testo. Sono delle dilatazioni, raccontano storie brevi che dal libro continuano e vanno a perdersi nel web.…

Continua a leggere →

Buona fortuna Nick La Puzza!

Buona fortuna   Una settimana a Natale. Pausa pranzo, toast e succo al bar, sigaretta. Davanti alla libreria della catena Feltrinelli, c’è un tizio che arringa la folla delirando al microfono. In realtà la folla è gente che cammina frettolosamente perché sta piovigginando, sosta davanti alle vetrine, indecisa sui regali e non ama essere disturbata.…

Continua a leggere →

Enrico Mattioli