Category Archives: Articoli in italiano

Articoli in italiano

Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Articoli in italiano – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Storie di giorni tutti uguali

    Può una popolazione mondiale, abituata a vivere e consumare tutto in fretta e furia, afflitta da egoismi ed egocentrismi, uscire indenne da un’emergenza come quella attuale? Dicono che questa pausa dovrebbe indurre a una profonda riflessione. In realtà, dopo l’accettazione iniziale, reclusione e convivenza stanno portando verso altri malanni. Quando ho saputo dell’aumento…

Continua a leggere →

A mi padre

  padre E come sempre, ner momento de la festa, padre un velo de tristezza s’accolla su la faccia. È quer sentimento che conosce bene chi ha già visto qualcuno andare via e se ricorda de com’era in compagnia. Adesso poi è ancora più diverso, co questa anomalia, giri ner deserto de le strade: padre…

Continua a leggere →

Pandemia: la vita ai tempi del virus

  È difficile mettere in ordine i pensieri. Riflessioni e osservazioni indotte dalla radio, dai social, dalla tv, si confondono a un groviglio d’emozioni compassionevoli. In una condizione di forte isolamento, la realtà virtuale diventa l’unico contatto possibile. Opinionisti d’ogni specie si lanciano in congetture mentre la scienza lavora senza sosta. La mia generazione –…

Continua a leggere →

Corona virus e nuovo ordine

      Corona virus e nuovo ordine: metafora   Dalla fine della seconda guerra mondiale (1945) e la firma del Trattato Atlantico (1949), fino alla caduta del Muro di Berlino (1989), il mondo ha vissuto sotto il controllo del blocco sovietico da una parte e di quello statunitense dall’altra. Eravamo un paese membro della…

Continua a leggere →

Come uscire da una comfort zone

  La comfort zone Intendo per comfort zone, quello spazio di certezze e consolazioni che alimentiamo strada facendo. Cosa c’è di sbagliato in questo? Niente e tutto. La zona di conforto è il sentiero battuto dalla maggioranza degli esseri umani e la questione non si riduce all’equazione giusto o errato. In genere, le consolazioni sono…

Continua a leggere →

I ragazzi del Johnny’s pub – capitolo Mister Keith

  My Facebook Mister Keith Possiedo molte cose, ma sono immaginarie. Il rock ha significato tanto e continua a rappresentare molto. Ne ho bisogno, eppure non mi basta solo la musica. Voglio loro, quelli che il rock l’hanno fatto e facendolo, hanno fottuto per sempre anche me. Inventare un posto come questo, era l’unica maniera…

Continua a leggere →

Supercassieri – approfondimenti – capitolo Rapina

MY FACEBOOK   Supercassieri   – Questa è una rapina, svuota la cassa! – No, io oggi non tocco soldi… – Cioè? – In questa cassa solo pagamenti bancomat. Non maneggio moneta o carta, io… – E perché? – Sono un’obiettrice. I contanti mi fanno schifo… – Ma ti fa questo effetto il denaro in…

Continua a leggere →

Cronache di quartiere

Sono sempre ossessionato dai grandi romanzi. Mi riferisco, nello specifico, al capolavoro di Georges Perec, La vita e istruzioni per l’uso. Nel mio articolo, com’è ovvio, non c’è molto di culturale, se non l’aver citato l’autore francese. Il minimalismo, la corrente (se di corrente si può parlare, visto che il padre non amava definirsi tale)…

Continua a leggere →

I colori dell’aperitivo

    Ho sempre associato l’aperitivo al tempo libero. O meglio, al buco tra un impegno e un altro. È il drink che uso fare prima di una cena piacevole e che deve predisporre al pasto, quindi, non amo gli apericena, termine selvaggio e rituale tipico di chi parcheggia in doppia fila. L’aperitivo ideale, per…

Continua a leggere →

Renato Nicolini – Il mio sindaco, non ha mai fatto il sindaco

    Il mio sindaco, non ha mai fatto il sindaco    Ogni volta che viene estate, mi ricordo di Renato Nicolini, padre dell’Estate Romana nel lontano 1977. Nato sotto il segno dei pesci, il primo di marzo del 1942, sarebbe stato ovvio scrivere di lui il giorno che ci ha lasciati, il quattro agosto…

Continua a leggere →

Page 2 of 11

Enrico Mattioli