Category Archives: Lavoro e sociale

Social e comunicazione 

Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Social e comunicazione – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Oltre l’orbita dello schiavo – sanguinando sotto le spine

    Ero in strada e qualcuno aveva parcheggiato un SUV sul passaggio per i paraplegici posto all’angolo del marciapiede. Qualcun altro, per vendetta e frustrazione, gli aveva storto i tergicristalli e gli specchietti. Un ragazzo, ben vestito in giacca, cravatta, che faceva colazione al bar prima di recarsi al lavoro, commentava inveendo contro l’inciviltà.…

Continua a leggere →

Competizione nelle relazioni sociali

  UNA GARA La vita non dovrebbe essere una partita: lo diventa, purtroppo. Impariamo da bambini oppure è una propensione insita nell’essere umano, chissà, ma ci ritroviamo a competere su tutto e con tutti in maniera inconsapevole e anche coscientemente. Per che cosa lottiamo? E per chi? C’è un fischio finale o è una contesa…

Continua a leggere →

Come cambiare vita – Il mindset

Un saluto da enricomattioli.com
Il post di Maggio
Buona giornata
Enrico

Continua a leggere →

Cronache di quartiere

Sono sempre ossessionato dai grandi romanzi. Mi riferisco, nello specifico, al capolavoro di Georges Perec, La vita e istruzioni per l’uso. Nel mio articolo, com’è ovvio, non c’è molto di culturale, se non l’aver citato l’autore francese. Il minimalismo, la corrente (se di corrente si può parlare, visto che il padre non amava definirsi tale)…

Continua a leggere →

Robot

      Tempo fa guardavo in tv il programma Presa diretta di Riccardo Iacona. L’inchiesta era Il Pianeta dei robot. Non si trattava del futuro, ma del presente. Robot già operanti in aziende come Amazon, ma anche negli ospedali, negli uffici, nelle imprese alimentari, in qualche supermercato. Ricoprono qualsiasi ruolo: conducenti, avvocati, giornalisti, operai,…

Continua a leggere →

Storia del supermercato in Italia

  Stati Uniti Questa è la storia di una visione. La nuova età dell’oro, un virus che si propagherà fino a conquistare ogni parte del pianeta più di mille battaglie. Comincia (anzi, è iniziata da qualche anno) l’era del consumo. Già, tutte le cose nascono in America e il concetto lo esprime in modo perfetto…

Continua a leggere →

Storia della Coca Cola

    L’uomo cerca tracce di vita sugli altri pianeti e non riesce a darsi pace nel proprio. L’unica presenza certa sulla Luna o su Marte o su Giove è la Coca Cola. Tutto ciò in cui ci riconosciamo è quel barattolo rosso con le ali argentate. Lettere Intro Nel mio divagare tra supermercati e…

Continua a leggere →

Invalidità civile

    Ore 06.30 Quartiere Don Bosco a Roma. È un lunedì qualunque. Fila davanti al portone della USL. Il primo arrivato è il sor Girolamo, settantacinque anni e un tumore al rene. Attende di salire al piano quinto, dove richiedere il materiale protesico, le sacche e i pannoloni. È in coda per la moglie…

Continua a leggere →

Come lasciar andare

    Ognuno di noi voleva sembrare migliore di com’era realmente, ma tutti avevamo le tasche piene di anomalie. Ci truccavamo di giorno per nasconderle, ci tormentavamo la notte perché incapaci di rimuoverle. Sembravamo bellissimi. Parlavamo il conformismo dialettico usando sigle e gesti. Accorciavamo le distanze con infusi di citazioni di cui, talvolta, confondevamo l’autore.…

Continua a leggere →

Vivere senza soldi

Vivere senza soldi   Sono le nove e trenta. Torno dai primi giri mattutini. Mi sono fermato davanti al centro anziani e guardavo le espressioni dei pensionati impegnati nei giochi all’aperto. Le bocce, le carte, la morra. A quest’ora saranno già rientrati nel locali all’interno per ripararsi dall’afa. Comunque, erano totalmente assorbiti dal gioco, come…

Continua a leggere →

Page 1 of 2

Enrico Mattioli