Category Archives: Attualità e società

Attualità e discussione

Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Attualità e discussione – Nasce in una città del Lazio, capitale di Stato, bagnata da un fiume, costruita su sette colli, della quale preferisce non fare il nome per questioni di privacy.
Enrico Mattioli inizia come umorista, ma un’esperienza come delegato sindacale di base, lo fa appassionare ai temi legati agli ambienti lavorativi. Umorismo e sociale, quindi, convivono nei suoi scritti.

Offerte speciali

    OFFERTE SPECIALI La natura umana sembrava subire un incantesimo: in un unico luogo trovava di tutto. Un tempo erano stati la fiera o il mercato a compiere la stregoneria, poi il centro commerciale. Chi veniva per svago era la preda più ambita, perché era un potenziale cliente. La percentuale di persone, soprattutto nel…

Continua a leggere →

Tessera club: quello che bisogna sapere

  Tessera club   Tessera club   Il contatto con il pubblico era intrigante e perverso. I clienti si tormentavano con i bollini per i regali: più spendevano e più accumulavano punti. Paradossale la loro consapevolezza di quanto quegli omaggi, in realtà, fossero soltanto presunti. Chiedevano il totale parziale della propria spesa per sapere se…

Continua a leggere →

La fine di una pena

  Sono un cane che dorme. Mordo se mi scuotono. Si capisce molto dalle espressioni della gente. Di più che dai suoi discorsi. Mille facce s’incrociano tutti i giorni, alla stessa ora, in mille posti. Nulla sanno dell’altra e chissà quanto nascondono, quando s’incontrano per mentirsi addosso. A cosa serve conoscersi se non è mai…

Continua a leggere →

Poche regole per diventare normali

      Bisognerebbe insegnare ai ragazzi a diventare persone normali e non a diventare qualcuno. Marcello Mastroianni dal film Stanno tutti bene   Ogni attore spiega che il segreto della recitazione sta nel nascondere che si sta recitando. Il più grave paradosso dei nostri tempi sono i numerosi eserciti di eccentrici in lotta tra…

Continua a leggere →

Connessi o non connessi

  Non voglio essere connessa con niente che non sia me stessa. Lo dice una signora piuttosto lucida prima della lezione di yoga. Si riferisce all’uso smodato di apparecchi, di software e di applicazioni. Non siamo noi a usare “la macchina”, è il contrario. La sua è una sintesi efficace sull’essenza delle pratiche mistiche: ti…

Continua a leggere →

Facebook, la grande fuga

    Il web è un mare dove tutti possono nuotare. E’ importante far chiarezza su un punto che dovrebbe essere scontato: la rete è un caledoiscopio di informazioni accessibili a tutti e con i social è diventata (la rete) un aggregatore dove ognuno esprime (o spaccia) il proprio punto di vista per informazione, generando…

Continua a leggere →

Facebook spiegato a mia madre

      Mia madre ha quasi novant’anni ma è meglio non ricordarglielo. La scorsa settimana, per esempio, davanti al cardiologo che chiedeva la sua età, lei mi ha rimproverato aspramente: – Io non ho novant’anni – rivendicava – ma ottantotto.   – Sì, lo so, ho arrotondato. – E allora perché non hai arrotondato verso…

Continua a leggere →

Quello che gli uomini non dicono

    Molte cose possono mettere in crisi gli uomini. Reduce da una visita prostatica necessaria a evitare pericolose ereditarietà, riflettevo sull’avvicinarsi del fatale mezzo cammin di nostra vita. A dirla tutta, io il mezzo cammin l’ho superato da un pezzo. Mi ritrovo sospeso tra selva e salvezza: beh, si fa presto a dire che…

Continua a leggere →

La percezione della politica

    Charles Bukowski, a suo modo un assassino del sogno americano, era piuttosto caustico: la politica è come cercare di inculare un gatto. Sulla democrazia, diventava implacabile: la differenza tra dittatura e democrazia è che in democrazia prima si vota e poi si prendono ordini, in dittatura non dobbiamo sprecare il nostro tempo andando…

Continua a leggere →

Page 2 of 2

Enrico Mattioli