Come orientarsi al supermercato

      Leggi Anteprima Avvisiamo la gentile clientela su Create Space    Nonostante trent’anni nel settore della Grande Distribuzione, dodici dei quali come delegato sindacale, due testi pubblicati con ambientazione centro commerciale, non avevo mai scritto un post su come orientarsi al supermercato. Diciamo subito e chiaramente che il supermercato perfetto non esiste. Non avvilitevi se…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub – Il chitarrista irascibile

    In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Sono immaginarie le cose che possiedo. Dicono che la vera felicità sia liberarsi dei beni materiali, un concetto fuori dalla logica dei nostri giorni. Il mondo è strutturato perché si accumuli in abbondanza e la felicità è strettamente legata all’accumulare delle cose.  …

Continua a leggere →

Perché praticare la meditazione

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Avete presente quelle persone che hanno come argomento preferito, soggetti dei quali credono di conoscere vita, miracoli, pensieri reconditi? In realtà, nessuno, può conoscerne gli stati d’animo altrui. Spesso, se non sempre, si spettegola sul prossimo per evitare di occuparsi dei propri problemi. Meditazione significa anche…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub: a Johnny B. Cool non piacciono i Queen

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Possiedo molte cose, ma sono immaginarie. Non so spiegare perché ripeto questa frase, suppongo sia un marchio di fabbrica inconscio. E poi, in qualche modo, mi serve per legittimare i nostri discorsi qui al locale. In effetti, noi del Johnny’s pub, parliamo molto di…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub – Marley

  In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione Possiedo molte cose, ma sono tutte immaginarie. Sebbene io sappia di essere sulla strada giusta, so anche di avere ancora molto da fare, e questo mi procura ansia. Vorrei addormentarmi e poi svegliarmi di colpo senza pesi nella testa. In passato ho provato la…

Continua a leggere →

Lettere dal Johnny’s pub – Il chitarrista diabetico

    In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   Sono tutte immaginarie le cose che possiedo. E anche quelle che posso offrire. Questa iniziativa del pub sta andando bene. I musicisti sconosciuti mi chiedono di potersi esibire nel locale, ma a molti di loro non importa della propria musica, no: sperano…

Continua a leggere →

Il tempo non esiste

In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   In un vecchio film tra pellerossa e visi pallidi, un uomo bianco chiedeva all’indiano da quanto tempo era passata una carovana. L’altro non capiva la domanda, non comprendeva, cioè, il concetto di tempo. Alla fine, i due trovano un accordo sul termine: per il…

Continua a leggere →

Africa, the future isn’t utopia

A gift for you: DEAR CUSTOMER TELEVISION Thirty-three years have passed since the Live Aid solidarity project. It was the first big meeting live on TV, ninety-five percent of televisions connected from all over the planet. The world of rock tightened in support of Africa. In general, my controversy about television doesn’t concern the proposed…

Continua a leggere →

Centro commerciale e aperture festive

        In regalo per te i primi capitoli de Il bamboccione   “Un settore è lo specchio di un sistema e quando mi guardo intorno, vedo solo settori in crisi”. Gabbie   Introduzione Ci risiamo. In Italia è scoppiata l’ennesima disputa. È il turno delle chiusure domenicali degli esercizi commerciali e l’introduzione…

Continua a leggere →

The end of the pain

The first chapters of Stars of dust: A gift for you   I’m a sleeping dog. Sometimes I bite when someone shakes me. You can understand much more by the expressions of person than from the words he/she says. A thousand faces who know nothing about the other one, meet each other at the same time, in…

Continua a leggere →

Page 1 of 24