superCASSIERI 19 - Canapone - la fila


Tratto e riadattato da Avvisiamo la gentile clientela


avvisiamo la gentile clientela



Vecchio: - Sono stanco di stare in coda. Se le file sono lunghe la colpa è vostra.

Signora Scarola: - Non c’è la cassa veloce? 

Vecchio: - Signora mia, i cassieri veloci ci vorrebbero.

Signora Scarola: - Beh, adesso mi ascolti, signor Canapone. Osservi il mio carrello: è così pieno! Ero venuta solo per prendere lo sfilatino. Secondo me è la pubblicità che ci frega. Oppure siete voi che piazzate la merce in quel certo modo. È incedibile: non dovevo prendere niente... ma non potevo rinunciare al Mastrovaldo per piatti alla banana, alla patata surgelata col prezzemolo. Mio marito quando ha visto la pubblicità, gli è venuta l’acquolina. E per il mio piccino? Non potevo lasciare lo yogurt tedesco con la novità della vaschetta di mousse! Dov’è lo sfilatino? Ho dimenticato proprio quello di cui avevo bisogno? Non è per caso, che lei gentilmente mi porterebbe lo sfilatino mentre dispongo la merce sulla cassa?

Donna Boccione: - Eh, ma dove è andato? 

Signora Scarola: - È andato a prendermi il pane.

Donna Boccione: - E quanto tempo ci vuole?

Vecchio: - Eh, questi vanno a spasso, non gli va di fare niente...

Donna Boccione: - Senta? Già che se ne va a spasso, mi risponda: avete solo questa maionese? 

Canapone: - No, c’è anche l’altra in basso.

Donna Boccione: - Ma quella è light: vuole insinuare che sono grassa?

Canapone: - Veramente io...

Donna Boccione: - Maleducato! 

Parcheggiatore: - Ciao amigo.

Canapone: - No… devi venire prima se vuoi che ti cambi i soldi. Adesso c’è la fila.

Parcheggiatore: - Io venire quando fare soldi. Come faccio a venire se prima non fare soldi? 

Canapone: - Vabbè, dopotutto mi servono, ho la cassa vuota!  

Donna Boccione: - Ecco. Ci si mette anche lei, adesso? A noi italiani voi cassieri le monete non le contate mai. Io pago con carta di credito e il bancomat qui è sempre guasto. Ce l’avete con me che vi porto un sacco di soldi? Invece di ringraziarci, che noi gli facciamo fare la vita da signori a questi!

Canapone: - Ma signora…

Donna Boccione: - Stia zitto! Come si permette d’interrompermi? Ce ne sta tanta di gente che ha bisogno di lavorare, mentre voi che lavorate, fate solo gli scioperi. Io vi caccerei via tutti! Acc… se ci fosse mio marito! Lui sì che si fa un culo così dalla mattina alla sera… e gli conta pure le monete? Ma lo sa, caro lei, che la figlia di un’amica mia, a furia di frequentare questi tipi strani, è diventata pure vegetale?

Canapone: - Vegetale?

Donna Boccione: - Vegetale. Insomma… non mangia più la carne.



 © ENRICO MATTIOLI 2017


 


© Enrico Mattioli 2017