Commedia all'italiana - Un ebook di Gabriele Damiani


cover


Commedia all'italiana su Book Repubblic

Commedia all'italiana su Amazon 

Commedia all'italiana su Meligrana Editore

Commedia all'italiana su Unilibro 


Raramente scrivo recensioni. Di solito, lo si fa su commissione o per ricambiare un favore. Commedia all'italiana di Gabriele Damiani è un e-book che mi ha divertito e incuriosito.

Maestro della trama sciorinata con padronanza, Damiani ci racconta fatti minimali in modo semplice, ma con raffinatezza. L’autore gioca con la storia simile a un giocatore di poker quando scopre le sue carte. Incastra le sotto storie nella storia principale, le interrompe e le riprende con abilità. 

Nel filo di questo giallo, amaro, malinconico e con punte di umorismo sottile, si muovono personaggi con passioni e meschinità, impulsi e soppressioni, rabbia e vigliaccheria. L'essere umano si manifesta alla vita in tutti i suoi aspetti. 

Commedia all’italiana concilia con la narrativa. Quando lui, Vittorio Laurenti, il protagonista, si fa la barba e si taglia, tutti noi ci tagliamo. Queste azioni comuni, quotidiane, son evocate con una naturalezza dettagliata. Gabriele Damiani offre una prosa coinvolgente e una maestria particolare nello scoprire i personaggi  a poco a poco, quasi che quando arrivano, al lettore sembra già di conoscerli. 

E’ una storia sulla gente comune. I bar, le edicole, le portinerie, la strada. Un portiere di condominio furbastro e rincitrullito con un'arpia per moglie e tormentato da un'anziana condomina. Sullo sfondo una città, Roma, provata dalle manifestazioni e dal terrorismo, con le saracinesche che si abbassano al passaggio dei cortei. Una città che mostra il peggio dei suoi abitanti in una lite durante un ingorgo. Ma è anche una storia sulle donne: signore nei guai e mogli che non accettano buche dall'amante, segretarie timide e ragazze più gioviali; i pedinamenti, la pressione di una vecchia conoscenza del Laurenti: Carboni, il commissario rombiballe dell'Esquilino, ottuso e astuto al tempo stesso, asfissiato dalla puzza del proprio mestiere come dal fumo delle sigarette e con la tosse congenita che lo precede fisicamente; in tutto questo, come se non bastasse, ci mancava pure la presenza di Robert Redford, già proprio lui in carne e ossa, a insidiare l'amore nascente del protagonista. Come andrà a finire?  

Un romanzo che è la passione per chi legge, ma anche un manuale per chi scrive. Il titolo è assolutamente azzeccato, sinossi perfetta del lavoro di Damiani, uno specchio sul passato recente del paese Italia. Se qualcuno, nelle scuole per esempio, volesse far comprendere ai giovani il clima degli anni di piombo, deve proporre Commedia all'italiana di Gabriele Damiani.    


images



© ENRICO MATTIOLI 2013

    



© Enrico Mattioli 2017